Premio Banca di Caraglio

SIRP SRL

SIRP SRL

Visita il sito dell'azienda

SIRP SRL

Visita il sito dell'azienda

Conosciamo meglio l'azienda prima classificata, SIRP Srl, in questa breve intervista e nel video realizzato durante la serata di premiazione

Prima classificata, Sirp srl è un’azienda di S. Rocco di Bernezzo (CN) che opera nel settore metalmeccanico. Costituita nel 1980 tra i coniugi Edoardo Rovera, Sandra Garnero e l’Ing. Carlo Simondi per offrire un servizio di stampaggio e lavorazione a freddo dei metalli, l’impresa si basa sull’esperienza ventennale maturata nel settore dal Geometra Rovera. La sua attività si articola in progettazione e costruzione di stampi per imbutitura, tranciatura, piegatura e stampi progressivi, costruzione e certificazione di maschere di assemblaggio e calibri di controllo, stampaggio di metalli a freddo con prese da 50 a 400 tonnellate, taglio laser 2D e 3D, lavorazioni meccaniche di precisione, piegatura, assemblaggi di precisione con pezzi stampati, saldatura robotizzata, prototipi e preserie. L’azienda si sviluppa in un’area di 13.000 mq e utilizza macchinari altamente innovativi, produce 3.000.000 di pezzi all’anno dei quali il 50% viene esportato in 7 Paesi Europei e si avvale di 30 dipendenti.

Progesia e Banca di Caraglio hanno premiato Sirp srl perché ha dimostrato di aver sviluppato in modo concreto dei progetti volti al benessere organizzativo, attribuisce importanza alla formazione dei collaboratori a tutti i livelli, indice riunioni periodiche di condivisione degli obiettivi e dei risultati raggiunti, organizza eventi aziendali, premia il personale più anziano e il miglior collaboratore dell’anno. L’azienda, oltre ad un codice etico interno, sta attuando dei cambiamenti per allinearsi ai criteri ESG (Environmental, Social, Governance) che guidano le imprese verso una maggiore considerazione degli aspetti di natura ambientale, sociale e di governance, con un occhio di riguardo alla gestione sostenibile delle risorse umane. Progesia ha intervistato Fulvio Rovera, Direttore Esecutivo di Sirp srl.

 

Sirp srl si avvale di 40 dipendenti per una produzione dai numeri importanti. Quanto contano la motivazione e la competenza?

“Sono fondamentali perché gli investimenti senza un personale competente e motivato sono inutili. Abbiamo un personale molto affezionato, parecchi collaboratori sono con noi da 25 anni e alcuni superano i 30. La loro esperienza e la loro professionalità ci ha permesso di crescere e migliorare continuamente ed ora si rivela importante nell'addestramento delle nuove risorse che stiamo inserendo in questi anni.  Sono orgoglioso di affermare che sentono l'azienda come fosse loro, si sentono come a casa”.

 

Quali sono le politiche aziendali che attuate nell’ambito delle Risorse Umane e che vi hanno fatto vincere Premio Banca di Caraglio?

“In questi ultimi anni abbiamo inserito e promosso molte iniziative con l'intenzione di migliorare la gestione delle risorse umane. Abbiamo un organigramma e un mansionario ben definito in modo da garantire la massima trasparenza, ci avvaliamo di un codice etico che viene rispettato da tutti e abbiamo introdotto dei KPI per ogni ruolo per cui anche i responsabili vengono valutati in base al raggiungimento degli obiettivi. Inoltre diamo premi e riconoscimenti basati su dati oggettivi. Per esempio, ogni anno premiamo i migliori 3 collaboratori che si sono distinti durante i 12 mesi e da alcuni anni abbiamo inserito un riconoscimento che si fonda sui risultati aziendali e che viene elargito con una piattaforma welfare. Per noi la formazione è fondamentale a tutti i livelli e abbiamo creato una Academy interna infine, ma non ultimo, crediamo che lo spirito di gruppo sia importante e organizziamo cene e festeggiamenti con una certa regolarità”.

 

Il personale come recepisce le vostre azioni?

“Facendolo partecipare e coinvolgendolo in ogni attività aziendale, si sente parte del gruppo. Come dicevo, la nostra politica si basa sulla trasparenza e infatti pubblichiamo i dati e gli andamenti, inoltre facciamo riunioni dove vengono condivise mete, obiettivi e risultati. Un modo per far sentire ognuno parte del gruppo”.

 

Quali pratiche promuovete nell’ottica della sostenibilità?

“Siamo molto sensibili a tutti gli aspetti ecologici e di rispetto dell'ambiente. Nel corso degli anni abbiamo investito in impianti fotovoltaici che oggi coprono il 40% dei nostri consumi, abbiamo sostituito tutte le illuminazioni interne ed esterne passando ai led. Ultimamente abbiamo anche cambiato i bicchieri di plastica dei distributori automatici con quelli di carta. Produciamo infine una piccola macchina per il caffè che utilizza esclusivamente le cialde in carta”.